Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Zafferana, Premio Brancati 2015

La premiazione del Brancati 2015, da sinistra: Il Sindaco Alfio Vincenzo Russo, Roberto Deidier, Giulia Gubellini, Nadia Terranova, Domenico Quirico, l'Assessore Angela Di Bella
La premiazione del Brancati 2015, da sinistra: Il Sindaco Alfio Vincenzo Russo, Roberto Deidier, Giulia Gubellini, Nadia Terranova, Domenico Quirico, l’Assessore Angela Di Bella

Nella serata presentata da Neri Marcorè i riconoscimenti vanno a: Nadia Terranova, Domenico Quirico, Roberto Deidier, Giulia Gubellini. Filo conduttore “L’Altro. Accettazione e Pregiudizi”

Una serata indimenticabile quella del 26 settembre scorso, vissuta a Zafferana Etnea in occasione del Premio Letterario “Brancati”, giunto alla 46^ edizione. Interessantissimo, oltre che di pressante attualità, il tema affrontato quale filo conduttore dell’evento e cioè “L’Altro. Accettazione e Pregiudizi – Il difficile cammino verso una società multietnica”.
A far da prologo alla cerimonia di premiazione, presentata da Neri Marcorè nella magnifica sala convegni Morgana dell’Esperia Palace Hotel, è stato il convegno moderato dallo scrittore Raffaele Mangano e che si è avvalso delle importanti testimonianze di Dijana Pavlovic (attrice ed attivista per i diritti umani), Padre Beniamino Sacco (presidente della Fondazione “Il buon samaritano” di Vittoria), Andrea Bellardinelli (coordinatore del programma Italia Emergency) e del cantautore Franco Battiato. Nel corso della serata, apprezzata anche la performance del cantautore Edoardo De Angelis che ha proposto brani tratti dal libro “Sale di Sicilia” di Maria Cristina Di Giuseppe mentre l’attore Jacopo Cavallaro ha letto alcuni brani dei libri premiati.
Particolarmente toccanti e condivise dal folto pubblico presente sono state le testimonianze di Dijana Pavlovic e di Padre Beniamino Sacco che hanno evidenziato, una volta di più, l’importanza dell’affermazione uguaglianza tra i popoli ed una forte condanna ad ogni forma di discriminazione.

Quindi, è stata la volta della premiazione delle varie sezioni letterarie del Premio Brancati 2015:
per la sezione “Narrativa” l’ambìto riconoscimento è stato assegnato a Nadia Terranova autrice del libro “Gli anni al contrario” – Einaudi;
per la “Saggistica” la giuria ha assegnato il premio a Domenico Quirico autore de “Il grande califfato” – Neri Pozza;
Roberto Deidier, sezione “Poesia” è stato prescelto per aver scritto “Solstizio” – Mondatori;
la giovane bolognese Giulia Gubellini si è aggiudicata il premio riservato ai “giovani esordienti” in quanto autrice di “Under” edito da Rizzoli.
Innovativa e assai condivisa la formula del nuovo regolamento, da quest’anno in vigore, per i criteri di valutazione del Premio “Brancati” che ha previsto selezioni e valutazioni da parte di giurie ed esperti in tutta Italia.

“Sono molto soddisfatto per la perfetta riuscita della nostra manifestazione letteraria di maggior prestigio – ha commentato a caldo il Sindaco di Zafferana Etnea, Alfio Vincenzo Russo che ha presieduto la Giuria – anche per le importanti tematiche trattate ed il prestigioso apporto conferito da tutti gli intervenuti nella trattazione di pressanti e delicati argomenti ormai inseriti nella nostra quotidianità. Il Premio “Brancati” è solo l’apice di un percorso culturale fortemente condiviso da tutta la nostra comunità e che vogliamo sempre più incentivare”.
Visibilmente soddisfatta anche l’Assessore Angela Di Bella, presidente del Comitato Organizzatore: “Il nuovo regolamento del Premio Letterario Brancati per il quale abbiamo lavorato alacremente è stato particolarmente apprezzato – ha sottolineato l’Assessore – ed il successo di questa 46^ edizione ci conferisce ulteriori stimoli per il futuro, a partire dalla prossima edizione del “Brancati” alla quale cominceremo a pensare già da domani”.

(1 ottobre 2015)

Condividi con un amico