Etna, emergenza meteo, seconda giornata di interventi di soccorso

È continuato per tutta la notte ed è tutt’ora in corso l’impegno del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, con oltre 20 uomini sul campo e mezzi fuoristrada, per portare aiuti a diverse famiglie rimaste nelle proprie abitazioni senza corrente elettrica e isolate a causa delle strade innevate e ghiacciate, su tutto il territorio etneo e in particolare nelle zone rurali e nelle diverse contrade del Comune di Pedara, località sul versante sud dell’Etna, in questo momento interessate da abbondanti nevicate, e strade interrotte anche a causa di pali della rete elettrica caduti.

Dalle 4.30 di questa notte, sono state raggiunte e recuperate persone con difficoltà deambulatorie, alcune di loro sotto cura per patologie che necessitano di trattamenti sanitari regolari, una donna all’ottavo mese di gravidanza e diverse famiglie con bambini piccoli.

Le Stazioni di Etna Sud ed Etna Nord sono in costante contatto con le autorità, in particolare con il Sindaco del Comune di Pedara, per la gestione delle numerose richieste di intervento.

Sul versante nord del vulcano, le squadre di soccorso hanno provveduto a portare dei farmaci per una persona in difficoltà all’interno di un rifugio sulla strada “Mareneve”, oltre che aiutare diversi automobilisti bloccati a causa delle condizioni del manto stradale.

Insieme alle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano sono presenti i Rangers d’Europa con mezzi speciali, i Carabinieri, i volontari delle Misericordie e della Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e i SAGF.