Allerta Medio

Si torna all’ora solare, e in questa prima domenica di stampo autunnale, succede che in famiglia predominano sempre le connessioni virtuali sugli antichi modi, reali, di convivenza familiare e civile.
E allora si profila un’allerta sul tempo in cambiamento, che vorrebbe far vincere l’indifferenza su parole, sguardi e scherzi, che invece servono a ricaricarci per rimanere uomini e donne, pronti domani a ripartire alla conquista della settimana nuova.
Inventiamo un modo di ridere insieme, in questa domenica reale. Tutto, anche la stupidaggine fancazzista, fuorché l’indifferenza reciproca.

ALLERTA MEDIO del Dipartimento di Mutazione Incivile, scomunicato del 28/10/2018.

Previste nel pomeriggio quindici gocce in città, diciassette sulla fascia pedemontana, diciannove sulla Costa Ionica, con venti di W-WNW-NWN-N in transito irrequieto e sconclusionato. Pertanto, si proclama lo stato di ALLERTA MEDIO 🖕 fino alle ore 24.00 con le seguenti raccomandazioni:

  • chiudete le finestre opposte, se no si fa corrente e si ci raffredda e cola il naso e poi è un poblema;
  • non uscite di casa, se non per accompagnare con deferenza i vostri figli a divertirsi;
  • non tirate lo sciacquone: per il diluvio, il livello della fogna potrebbe risalire e inondarvi la casa;
  • non mangiate la roba degli altri;
  • non uccidete la moglie (e nemmeno il marito);
  • amatevi e moltiplicatevi, se potete; se non potete, cucinate.
    Infine, la bestemmia è il male minore, l’indifferenza non la regge manco il Signore.


Fine dello scomunicato di ALLERTA MEDIO 🖕 del 28/10/2018


Sergio Mangiameli
Sergio Mangiameli è del ’64, geologo, giornalista pubblicista, interprete naturalistico, vive sull’Etna. Ha pubblicato i racconti “Dall’ulivo alla luna” (Prova d’Autore, 1996) e “Rua di Mezzo sessantasei” (Il Filo, 2008), i romanzi “Aspettando la prima neve” (Rune, 2009), “Dietro a una piuma bianca” (Puntoacapo, 2010), “Sul bordo” (Puntoacapo, 2013), “Come la terra” (Villaggio Maori, 2015, che ha partecipato a MontagnaLibri 2016 del Trento Film Festival). Ha scritto i testi di “MicroNaturArt – voci dal microcosmo” (Arianna, 2014), esperimento letterario di fotografia scientifica; i racconti di “Ventiquattr’ore – fotografie di finestre e parole intorno” (Puntoacapo, 2016), i cui scatti sono di Lino Cirrincione; e, assieme al vulcanologo Salvo Caffo, “Etna patrimonio dell’umanità, manuale raccontato di vulcanologia e itinerari” (Giuseppe Maimone Editore, 2016), con le illustrazioni di Riccardo La Spina. Ha scritto i testi dei film corti “La corsa mia” e “Idda”, e i monologhi “Questa storia” e “Il gioco infinito”, visibili entrambi su YouTube. Sul portale web Etnalife, scrive racconti etnei per la rubrica letteraria “Storie dell’altro mondo”. “La piuma bianca” è il suo blog sul magazine online SicilyMag. L’esperimento nuovo è “Le colate raccontate” – vulcanologia storica dell’Etna e narrativa surreale insieme, tra esattezza scientifica e finzione letteraria in racconti –, portato in scena col vulcanologo Stefano Branca e il giornalista Gaetano Perricone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi con un amico
Questo articolo potrebbe interessarti: Allerta Medio! Questo è il link: https://www.etnalife.it/allerta-medio/