Torna la musica etnica e folk a Catania con l’anteprima della XV edizione di Meltin’Folk

Sarà la corte del Palazzo della Cultura di Catania a risuonare dei ritmi e delle sonorità delle tradizioni musicali mediterranee che daranno il via alla quindicesima edizione del festival Meltin’Folk, storica rassegna di musiche e culture del mondo organizzata da AreaSud e Darshan inserita nel Catania Summer Fest 2020 con il patrocinio del Comune di Catania.

Mercoledì 12 agosto, alle 21, sarà il cantante e percussionista ennese Davide Campisi a dare il via alla serata, accompagnando i suoi canti con gli straordinari tamburi a cornice di cui è raffinato interprete. Oltre a collaborare con numerosi artisti della scena folk ed etnica, Campisi ha portato i suoi progetti in tour all’estero e in Italia, vincendo il premio come miglior percussionista solista al Festival internazionale delle percussioni 1000 BEATS nel 2018. Per Meltin’Folk eseguirà “Joca. La voce e il Tamburo”, il suo ultimo spettacolo dal vivo in cui la sua ricerca sui ritmi ancestrali si fonde con forme sonore e tecniche espressive nuove e contemporanee.

A seguire salirà sul palco il Quartetto AreaSud, ensemble di virtuosi della musica tradizionale guidata dal folksinger calabrese Maurizio Cuzzocrea, tra i più noti interpreti della chitarra battente, antico strumento radicato nella tradizione meridionale. Con lui sul palco il polistrumentista Franco Barbanera ai fiati, Mario Gulisano agli scacciapensieri e alle percussioni e Marco Carnemolla al basso. 

Nato per divertimento e passatempo serale, il Quartetto Areasud esegue musiche tradizionali principalmente legate alle culture calabresi e siciliane, senza dimenticare che queste terre sono al centro del Mediterraneo, grande brodo nel quale si cuociono gli ingredienti musicali di popoli che condividono uno stesso destino. Seppure lo strumentario utilizzato sia di esclusiva provenienza tradizionale e ricercato nella selezione dei costruttori migliori, l’esecuzione dei brani non è strettamente filologica, ma lascia spazio all’interpretazione personale e quindi a quel processo di permanente composizione e ri-creazione che è caratteristico della musica di tradizione orale. Ad un ricco repertorio di tarantelle, in cui il friscalettu è protagonista assoluto, si affiancano canti rituali, favole e serenate che raccontano con il suono e la lingua nativa un pezzo di storia.

Il festival Meltin’Folk fa parte di Italiafestival, la più importante associazione nazionale multidisciplinare che riunisce l’eccellenza delle rassegne di spettacolo dal vivo italiane.

Ingresso gratuito su prenotazione:

associazioneareasud@gmail.com  331 4861931 (whatsapp)

error:
Condividi con un amico
Questo articolo potrebbe interessarti: Torna la musica etnica e folk a Catania con l'anteprima della XV edizione di Meltin'Folk! Questo è il link: https://www.etnalife.it/torna-la-musica-etnica-e-folk-a-catania-con-lanteprima-della-xv-edizione-di-meltinfolk/