Linguaglossa, soccorso alpino salva tre escursionisti sardi

In maniera abbastanza avventata, tre cagliaritani si sono accampati a 2.800 metri. I soccorritori di Linguaglossa li rintracciano riportandoli a valle

Etna in livrea invernale - © pietronicosia.it
Etna in livrea invernale – © pietronicosia.it

Brutta avventura e, per fortuna, nulla di più. Tre escursionisti in difficoltà sono stati rintracciati e ricondotti a valle sull’Etna, nel versante Nord, dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico di Linguaglossa. I tre, della provincia di Cagliari, di 23, 26 e 33 anni, forse non ben comprendendo i rischi, oltre che non aver consultato il meteo per il quale vi era anche un allerta, si erano accampati in tenda a 2.800 metri d’altitudine nella zona dei Pizzi Deneri, nei pressi dell’Osservatorio Vulcanologico.

Uno dei tre è poi sceso a valle per recuperare un po’, d’acqua, ma non aveva più dato notizie di sé agli amici che, intorno alle 22, hanno lanciato l’allarme per rintracciarlo. Solo alle 4 del mattino i soccorritori, la cui opera è stata avversata da una nevicata accompagnata da vento e nebbia, hanno ritrovato l’escursionista disperso e i compagni, rimasti dentro la tenda. Rifocillati, tuti sono in buone condizioni di salute.

(16 dicembre 2014)

error:
Condividi con un amico
Questo articolo potrebbe interessarti: Linguaglossa, soccorso alpino salva tre escursionisti sardi! Questo è il link: https://www.etnalife.it/linguaglossa-soccorso-alpino-salva-tre-escursionisti-sardi/