Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Etna, comunicato di attività vulcanica del 6 luglio 2019

Ore 14:58 – E’ cessata l’attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud-Est. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che a partire dalle ore 14:50, si osserva un netto decremento dell’ampiezza media del tremore vulcanico riportandosi su valori precedenti l’incremento segnalato nel comunicato di aggiornamento n. 6. Dalle telecamere di sorveglianza e da quanto riportato da personale INGV in campo e’ cessata anche l’attività stromboliana dal Nuovo Cratere di Sud-Est, il quale produce soltanto rare e debolissime emissioni di cenere molto diluita che si disperdono velocemente in area sommitale. Inoltre, il flusso di SO2 misurato tramite la rete FLAME alle ore 16:00 permane su un valore medio-giornaliero di circa 2000 t/g, al di sotto del livello di attenzione delle 5000 t/g.


Ore 12.43 – L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che alle ore 12.33, si rileva un repentino incremento dell’ampiezza media del tremore vulcanico. Personale INGV in campo osserva attività stromboliana al Nuovo Cratere Sud Est con prodotti che ricadono lungo i fianchi del cratere.


Ore 10.40 – L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che dalle telecamere di sorveglianza, si osservano discontinue e blande emissioni di cenere dal Nuovo Cratere di Sud-Est. La cenere si disperde rapidamente in atmosfera in prossimita’ dell’area sommitale. Inoltre, personale INGV in campo ha osservato rare emissioni di cenere molta diluita dal cratere Bocca Nuova. Riguardo il cratere di Nord-Est, non sono state osservate ulteriori emissioni di cenere rispetto a quanto riportato nel comunicato di aggiornamento n. 4 del 2019/07/03 delle 10:25 UTC.
Il flusso di SO2 misurato tramite la rete FLAME alle ore 08:30 UTC ha indicato valori medio-bassi e al di sotto del livello di attenzione delle 5000 t/g.
Per quanto riguarda l’ampiezza media del tremore vulcanico, questa si mantiene su livelli bassi. L’attività infrasonica risulta bassa, con sorgenti localizzate sotto la Bocca Nuova

Condividi con un amico

Questo articolo potrebbe interessarti: Etna, comunicato di attività vulcanica del 6 luglio 2019! Questo è il link: https://www.etnalife.it/etna-comunicato-di-attivita-vulcanica-del-6-luglio-2019/