Etna: comunicato di attività vulcanica del 29 maggio 2022

ore 21:02

Dal sopralluogo effettuato nel pomeriggio è stato osservato che sul fianco del Cratere di Sud-Est si sono aperte due bocche effusive, la prima è a quota 3250 m circa, una seconda a quota più bassa intorno a 2800 m.

Il tasso effusivo al momento delle osservazioni era basso ed il flusso si muoveva all’interno della Valle del Bove in direzione di Monte Simone. I fronti lavici più avanzati hanno raggiunto la quota di circa 2100 m.

L’ampiezza del tremore, dopo un aumento riscontrato in mattinata, risulta stazionaria nella fascia alta. Le sorgenti del segnale vengono localizzate nell’area del cratere SE ad una quota di ca 3000 m s.l.m. Il segnale infrasonico è affetto da disturbo causato dal vento. Per quanto si può vedere dalle registrazioni l’attività sembra bassa. Per quanto riguarda le deformazioni del suolo non si evidenziano variazioni significative alle stazioni delle reti GNSS e Tilt.

ore 9:50

Alle ore 08:05 si è aperta una bocca effusiva nella parte alta della Valle del Bove. La quota del punto di emissione lavica è di circa 2800 m sopra il livello del mare.

L’ampiezza media del tremore, dopo un rapido decremento osservato nel pomeriggio di giorno 28, oscilla su valori medio-alti. La localizzazione delle sorgenti è nell’area del cratere di Sud Est ad una profondità di circa 3000 metri.

L’attività infrasonica è bassa e localizzata nell’area del cratere Bocca Nuova. I segnali delle deformazioni del suolo registrati alle reti permanenti di monitoraggio GNSS e clinometrica (tilt) nelle ultime ore non mostrano variazioni significative.

error:
Condividi con un amico
Questo articolo potrebbe interessarti: Etna: comunicato di attività vulcanica del 29 maggio 2022! Questo è il link: https://www.etnalife.it/etna-comunicato-di-attivita-vulcanica-del-29-maggio-2022/