Etna, comunicato di attività vulcanica del 23 dicembre 2023

Ore 12:58

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le immagini della rete di videosorveglianza hanno evidenziato che alle ore 12.23.50 si è verificato un evento esplosivo impulsivo al Cratere di Sud Est, che ha causato una modesta emissione di cenere rapidamente dispersa dai venti in quota.

Alle ore 12:23 la rete infrasonica ha registrato un singolo evento esplosivo localizzato al Cratere di Sud-Est. All’evento è associata una ampiezza rilevante (>80 Pa), ma comunque inferiore all’ampiezza dell’evento delle 02:17 di questa notte.

L’ampiezza media del tremore vulcanico non ha mostrato nessuna variazione significativa e permane sul livello medio con una lieve tendenza all’incremento. Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico risulta costantemente localizzato nell’area del Cratere di Sud-Est ad un’elevazione di circa 2800 m sul livello del mare. Per quanto riguarda le deformazioni del suolo non si segnalano variazioni significative.