Con il sestetto vocale MiEle la musica ebraica è protagonista al Festival InterSezioni

Per il festival diretto da Giovanni Sollima e organizzato dalla Camerata Polifonica Siciliana sabato 27 maggio sul palco del Cut – Centro Universitario Teatrale la formazione israeliana, per la prima volta in Italia, composta da Sigal Chameides, Lilach Krakauer, Michal Tamari, Dov Entin, Ido Marco e Matan Gover proporrà brani di musica sacra e altri, meno noti, della tradizione popolare

Il sestetto vocale israeliano MiEle, che conclude a Catania il suo primo tour italiano, sarà protagonista del prossimo appuntamento di  InterSezioni, il festival catanese dedicato alla musica contemporanea nato dalla collaborazione tra il violoncellista Giovanni Sollima, che ne ha assunto la direzione artistica,e il compositore Giovanni Ferrauto, direttore artistico della Camerata Polifonica Siciliana. Sul palcoscenico del CutCentro Universitario Teatrale di Catania sabato 27 maggio alle ore 20.30 la formazione composta da Sigal Chameides (soprano), Lilach Krakauer (mezzosoprano), Michal Tamari (contralto), Dov Entin (tenore), Ido Marco (baritono) e Matan Gover (basso) proporrà un approccio originale alla musica in lingua ebraica: dalle melodie sacre associate ai testi biblici alla musica contemporanea dei grandi compositori israeliani del XX secolo, fino alla musica popolare israeliana (arrangiata per l’occasione dallo stesso sestetto) e brani originali scritti apposta per questa formazione.
«Il repertorio che generalmente proponiamo durante i nostri live in Israele- dice Sigal Chameides – sono pezzi pop e rock riarrangiati in chiave jazz che seguiamo cappella. Per questo concerto catanese, invece, proporremo un repertorio studiato ad hoc per il Festival InterSezioni: dai classici del repertorio ebraico del ‘900 composti per cori ed ensemble a brani di musica popolare, che eseguiremo quasi tutti a cappella. Per l’esecuzione del brano intitolato “Amok baTal” che mette in musica i meravigliosi versi della poetessa Leah Goldberg – conclude la cantante – , chiederemo al pubblico di accompagnarci attivamente». 

I musicisti del sestetto MiEle intrecciano i loro percorsi all’interno del Jerusalem Chamber Choir dell’Accademia di Musica e danza di Gerusalemme, sotto la direzione del M° Stanley Sperber. Mentre completano ciascuno il proprio percorso accademico nelle varie facoltà dell’accademia (Lilach e Ido come direttori di coro, Dov e Matan come compositori, Michal e Sigal come performer di canto multidisciplinare) i sei si esibiscono sui palcoscenici Israeliani ed Europei con il Chamber Choir. Quando, a poco a poco, ciascuno si stacca dal coro per seguire la propria, spinti da un profondo legame d’amicizia e dall’amore per il canto a cappella decidono di formare un ensemble con cui continuare ad esibirsi. Dopo cinque anni MiEle continua a portare la musica a cappella nelle più svariate venue di tutta Israele. E ora, a Catania, promette una serata di canto e incanto, fatta di armonia e amore per la musica, in tutte le sue forme.

Il programma del festival InterSezioni proseguesabato 3 giugno al Teatro Sangiorgi con “Bernstein/ Gershwin” suites da West Side Story e Un americano a Parigi.  Il festival InterSezioni riserva a tutti glistudenti l’ingresso a prezzo ridotto e agli studenti dell’Università di Catania e del Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania biglietti speciali da 2 euro (limitatamente a n. 30 posti per i concerti in programma al  Cut – Centro Universitario Teatrale, previa prenotazione a cps@cpsmusic.com).

PROGRAMMA

Hassidic Shabbat prayer Shalom Aleikhem

Oedoen Partos HaMavdil Traditional Sephardic Music

Sambursky, Alterman, Wiesenberg Bou menucha leyagea

Achiniam Nini, Gil Dor BeEineha arr. Anat Aharon

Avraham Hal, Yoni Rechter  Atur Mizchech arr. Matan Gover

Paul Ben Chaim Ufduyei Adonai Yeshuvun (Isaiah 35,10)

Paul Ben Chaim Elohai Zidki Traditional jewish prayer

Yaakov Shabtai, Yehezkel Braun VeYimalet Kayin

Psalms, Ernest Bloch Yihyu le razon omri fi

Leah Shabat Tamid Yechaku Lecha arr. Lilach Krakauer

Maya Politzer  MiKarov arr. Ido Marco

Leah Naro, Nurit Hiresh Makhela Aliza arr. Lilakh Krakauer

Vito Pallavicini, Paolo Conte Amru lo

Leah Goldberg, Marina Maximillian Amok baTal

Vinicius de Moraes, Antonio Carlos Jobim Osher trad. Ehud Manor, arr. Mayaan Bar-Sever

Bertold Brecht, Shlomo Gronich Yehi haKol trad. Natan Zach, arr. Ido Marco

Informazioni e prenotazioni  tel. 3920889640 (ore 10-13 e ore 16.30-20)
Biglietteria online: www.yeventi.com
Ingresso: 10 euro intero, 5 euro ridotto over 65, studenti non convenzionati e personale Unict
Ingresso studenti Unict e Conservatorio V. Bellini: 2 euro (posti limitati, prenotare a cps@cpsmusic.com)