Catania, al Castello Ursino, il “racconto” dei giorni del 1669

Al cospetto della fortezza voluta da Federico II, “Le colate raccontate” con Sergio Mangiameli, Stefano Branca e Aldo Leontini

di Gaetano Perricone

Per un palermitano, giornalista di vecchio mestiere come me, è stato davvero “un assoluto privilegio e grande onore”, come ho voluto sottolineare pubblicamente, presentare ieri sera “Le colate raccontate”, con lo scrittore Sergio Mangiameli, il vulcanologo Stefano Branca e il lettore Aldo Leontini, nello stupendo scenario della corte del Castello Ursino di Catania.
Era proprio strapieno, circa 150 persone, lo spazio per gli spettacoli del magnifico castello nel cuore del centro storico etneo, fortemente voluto da Federico II “stupor mundi” e costruito a partire dal 1239, oggi tempio della cultura catanese.

C’erano, tra gli altri, personaggi di rilievo del mondo delle vulcanologia catanese (il professore Stefano Gresta, i vulcanologi dell’INGV-Osservatorio Etneo Ornella Cocina, Rosanna Corsaro, Giuseppe Puglisi, il vulcanologo del Parco Salvo Caffo), la presidente del Parco dell’Etna Marisa Mazzaglia, il consigliere del comune di Viagrande Salvo Bonfiglio, in rappresentanza dell’assessore alla cultura Mimma Baudo, che si è molto spesa per la realizzazione dell’evento, ospitato con molta cura dal Comune di Catania. E tanta, davvero tanta gente che ha assistito con molta attenzione e interesse.
Grande l’emozione e la meritata soddisfazione per me, ma soprattutto per i bravissimi artefici de “Le colate raccontate”, accattivante e a tratti geniale esperimento letterario-scientifico, vulcanologia storica dell’Etna Patrimonio dell’Umanità e narrativa surreale, esattezza scientifica e finzione letteraria in tre divertenti e gustosi racconti di Sergio Mangiameli sulla grande eruzione del 1669, che 347 anni fa, proprio in questi giorni, circondava completamente il Castello Ursino: “Cena al castello, giugno 1669”; “La lava s’è fernata” e “La strana storia di Esteban Blanco”.

Con la sua grande competenza nella vulcanologia storica e con linguaggio quanto mai divulgativo, Stefano Branca, utilizzando slides con foto e carte di estremo interesse, ha raccontato le varie fasi storiche dell’eruzione dell’Etna del 1669 – dall’inizio dei primi giorni di marzo dai Monti Rossi, i “Monti della ruina” di Nicolosi all’arrivo a Catania e al Castello Ursino, fino alla fine l’11 luglio – mentre con le sue intense e appassionate letture e la sua efficacissima voce narrante Aldo Leontini ha dato letteralmente vita ai tre racconti, ideati da Sergio Mangiameli dopo una brillante conferenza sul tema tenuta da Branca a Nicolosi ad agosto dello scorso anno.
Applausi e molti consensi alla fine per “Le colate raccontate”, che saranno probabilmente replicate la prossima estate su altri palcoscenici del territorio. I tre racconti, per chi volesse leggerli, sono pubblicati dal portale Etnalife.it, che a breve realizzarà un servizio sulla splendida serata di ieri.

(28 maggio 2016)

error:
Condividi con un amico
Questo articolo potrebbe interessarti: Catania, al Castello Ursino, il “racconto” dei giorni del 1669! Questo è il link: https://www.etnalife.it/catania-al-castello-ursino-racconto-dei-giorni-del-1669/