Belpasso, il sindaco Caputo avvia la verifica strutturale sulla ex Casa Albergo da destinare a edificio scolastico

“Durante la mia campagna elettorale ho utilizzato spesso lo slogan Noi Siamo, sinonimo di come l’azione amministrativa sia volta verso uno specifico obiettivo. 

Siamo Scuola è ora lo slogan che voglio utilizzare perché l’obiettivo prioritario che mi pongo, in questo mio secondo mandato da sindaco, è quello di migliorare la scuola a Belpasso. Un obiettivo ambizioso, lo so, ma non impossibile”, dichiara il Sindaco di Belpasso Carlo Caputo.

In questi mesi l’amministrazione comunale di Belpasso ha lavorato su vari fronti per intervenire sulla scuola. 

“In questo momento sto monitorando passo dopo passo, facendo io stesso dei sopralluoghi, le verifiche strutturali della ex Casa Albergo, una struttura di proprietà del Comune negli anni abbandonata e vandalizzata. Stiamo testando i carotaggi per verificare la resistenza dei materiali, come il calcestruzzo, che risalgono a 35 anni fa. Se la verifica dei materiali andrà a buon fine, quei luoghi saranno oggetto di riqualificazione per poter ospitare aule scolastiche.

Con lo stesso intento sto lavorando per la creazione di nuove aule in via Berlinguer, locali Ex-Pretura, dove già durante la mia prima sindacatura ho creato aule per la scuola dell’infanzia.

E poi sono già in corso i lavori – finanziati dal PNRR – per la riqualificazione del campetto della scuola di Borrello e la costruzione della nuova scuola dell’infanzia di Piano Tavola. In ultimo stiamo progettando un parcheggio adiacente gli edifici scolastici di via Scuole Medie, dove insiste una vecchia struttura ormai irrecuperabile che demoliremo”, continua il sindaco.

Non solo ristrutturazione di edifici, ma novità sul piano formativo. Solo poche settimane fa è stato approvato il piano di dimensionamento scolastico proposto dall’amministrazione, piano che ha di fatto creato altri due istituti comprensivi a Belpasso: l’IC Calcutta e l’IC Martoglio, oltre quello già esistente a Piano Tavola, l’IC Giovanni Paolo II. 

“La creazione dei nuovi istituti non solo ha evitato la soppressione di alcune realtà scolastiche ma ha dato la possibilità al nostro paese di avere una migliore offerta formativa.

Il mio desiderio è che gli studenti abbiano il meglio dalla scuola, sotto tutti i punti di vista.

Bisogna creare le condizioni per far accedere i bimbi a scuola il prima possibile, perché la scuola è un luogo non solo di apprendimento ma soprattutto di socialità

Cominciamo a creare nuovi spazi, questo ci consentirebbe di attivare tutta una serie di servizi che le famiglie ci chiedono da tempo”, conclude il sindaco Caputo.