Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
News dai Comuni

Fenicottero in mare…

Giovane esemplare di Fenicottero rosa in difficoltà, recuperato al largo di Aci Trezza

Dei diportisti hanno avvistato in mare un fenicottero in difficoltà nelle acque dell’isola; lo hanno issato a bordo ed hanno contattato Luigi Lino, chiedendo il suo intervento. All’arrivo ad Aci Trezza (Aci Castello, CT) il volatile è stato consegnato a Grazia Muscianisi e a Luigi Lino, entrambi esponenti di Pro Natura Catania e Ragusa. Apparentemente il giovane esemplare di Fenicottero rosa non presentava ferite e appariva soltanto stremato; è stato alimentato opportunamente e fatto riposare. Con le forze già recuperate, dopo alcune ore è apparso di nuovo in forma e pronto per essere restituito alla natura.

Il Fenicottero rosa Phoenicopterus roseus (Pallas, 1911) è un grande volatile bianco e rosa (circa 130 cm) dal grande becco piegato verso il basso e adatto a cibarsi di crostacei, come l’Artemia salina, da cui assorbe il colore rosa. E’ presente in Sicilia – come nidificante – in alcune zone costiere con acque basse, dai laghi di Vendìcari (SR) alle saline di Trapani, ma ha sostato anche nel lago di Pergusa (EN) e nelle saline di Augusta (SR), dove il nostro giovane Flamingo (il nome inglese del fenicottero, mentre Flamenco è quello spagnolo) è stato prontamente liberato, cominciando a cercare cibo nell’acqua. Il giorno dopo, i naturalisti – nella veste di birdwatchers – hanno osservato il giovane fenicottero fermo con le zampe in acqua, vicino ad un Cavaliere d’Italia, una piccola Starna e un gruppo di Folaghe, nei pressi dell’isolotto con la Salicornia a pochi metri dalla strada.

Ti potrebbero interessare

Luigi Lino e Nuccia Di Franco

Luigi Lino. Nato il 28 luglio 1940 a Catania dove risiede e ha sempre svolto la sua attività di naturalista. Impegnato nel mondo protezionistico a cominciare dal 1976 con il WWF Italia per passare nel 1988 in altra associazione siciliana, da dove è approdato in Pro Natura Catania e Ragusa. Ha contribuito a realizzare alcuni musei naturalistici a Caltagirone (CT) e Comiso (RG) e ha realizzato – insieme all’ornitologo Angelo Priolo – il museo civico di Scienze naturali di Randazzo (CT), di cui è il curatore. E’ tutor di numerose tesi di laurea per il progetto formativo dell’Università degli Studi di Catania. Lino ha percorso a piedi le coste italiane del mare Adriatico per documentarne la natura, come ha fatto per i corsi del Simeto, del Dittaino e dell’Alcantara e ha collaborato col Centro Studi Cetacei di Milano e col prof. Argano de ‘’La Sapienza’’ di Roma sulle tartarughe di mare. E’ stato promotore di parchi e riserve naturali in Sicilia, è accorso dopo l’esplosione di un cratere sull’Etna nel 1979 insieme al vulcanologo Romolo Romano e ha partecipato attivamente all’emergenza Etna 1983. Ha ricevuto riconoscimenti e premi da numerosi enti pubblici e associazioni.

Nuccia Di Franco. Nata il 22 luglio 1947 a Leonforte (EN), dove ha conseguito la maturità classica. Nel 1965 si è trasferita a Catania per frequentare il corso di Lingue e letterature straniere moderne della facoltà di Lettere e Filosofia. Tra il 1976-2006 ha svolto l'attività di insegnante di inglese nelle Scuole Medie Superiori di diverse località siciliane. Insieme al marito, il naturalista Luigi Lino, si è impegnata per l'istituzione di parchi e riserve naturali in Sicilia. Nel 1984 ha organizzato la mostra sull'istituendo parco naturale dell'Etna a New York nella sede dell'ICE - Istituto per il Commercio Estero. Ha pubblicato, con l'agronomo e storico Elio Miccichè, Catania allo Specchio (1992) e Palermo allo specchio (1996). Ha collaborato per oltre trent'anni al quotidiano "La Sicilia" di Catania e a numerose pubblicazioni naturalistiche regionali e nazionali. Attualmente è presente con articoli di varia umanità nel sito webwww.tanogabo.com, tra gli inviati speciali.

Send this to a friend