Alcantara in Scena. Troiane

Alcantara in Scena. Troiane 25 AgostoAgo 2022 21:00Via Nazionale, 5, Motta Camastra
Teatro

 

Due storie che riemergono da un passato remoto e che affondano le loro radici nella mitologia e nella tragedia greca, ma che parlano allo spettatore contemporaneo con evidenti richiami alla tragicità delle vicende attuali. Sono la guerra e i suoi effetti i temi che accomunano "Troiane" e "Un altro Prometeo", i due spettacoli scritti e diretti da Salvatore Cannova che andranno in scena dal 14 e dal 15 luglio nel Parco botanico e geologico Gole Alcantara per il cartellone di "Alcantara in scena".

 

 

TROIANE

 

SINOSSI

Troia è distrutta, gli uomini uccisi e le donne rese schiave dagli eroi greci. Nell'attesa del vento propizio che farà salpare le navi per tornare in patria, davanti alle rovine della città, le Troiane attendono il compiersi del loro destino. Cassandra prevede la sua disgrazia e quella del suo nuovo padrone Agamennone una volta rientrati in Grecia. Elena, condannata a morte da Menelao, cerca invano di avere salva la vita. E Andromaca piange le forzate nozze con Neottolemo, il figlio Achille. La sentenza più tragica arriva poco prima della partenza. L’esercito greco, per paura di una ribellione futura, impone la morte del giovane Astianatte, figlio di Ettore e Andromaca: verrà lanciato vivo dalle rocche di Troia. Compiuti i riti funebri, le prigioniere guardano per l’ultima volta la loro patria, una terra afflitta, materna solo a figli privi di vita.

 

 

NOTE DI REGIA

“Togli il sangue dalle vene e versaci dell’acqua al suo posto: allora sì che non ci saranno più guerre.” - Lev Tolstoj Il profondo significato di questa tragedia è racchiuso nel desiderio di supremazia che da sempre prevale sulla ragionevole cooperazione. Condizione che ancora oggi, purtroppo, non accenna a cambiare e che forse, come suggerisce Tolstoj, non cambierà mai. Guerra è morte del senso civico, decesso della ratio, estinzione del logos. Dal canto suo, l’essere umano sembra non poterne fare a meno e continua imperterrito in una tale barbarie che si sposta geograficamente in modo costante, senza mai estinguersi. Le Troiane, la barbarie, l’hanno vista coi loro occhi, l’hanno vissuta sulla loro pelle e continuano a viverla di fronte alle loro tende, in quella pianura. I resti di Troia, segni tangibili di una fine, sanciscono l’inizio del dramma: quello di chi resta e piange i propri morti, quello di chi ha perso tutto e non può fare a meno di obbedire agli ordini del vincitore. Sono donne che hanno visto morire figli, mariti, fratelli. Donne succubi della supremazia maschile a cui è stata negata ogni volontà, anche quella di tenere i propri capelli segno di libertà e di forza. Immagino un accampamento a lutto dove il nero domina dietro alle ultime rose bianche rimaste in prati distrutti. Immagino Ecuba interpretata da un uomo, poiché il dramma della guerra colpisce qualunque essere umano senza alcuna distinzione. Immagino che la tragedia si veli dietro a situazioni capaci ora di far sorridere, ora di far riflettere e che esploda nella consapevolezza finale che ognuno di noi, per quanto possa sentirsi impotente, ha il dovere di agire.

 

Inizio spettacoli ore 21 e ore 22.30

Inizio spettacoli 7 e 15 Agosto ore 5 (alba) - ore 21.30 (serale)

 

Luogo

Parco botanico e geologico Gole Alcantara, Via Nazionale, 5, Motta Camastra

Indicazioni

Could not find route!

  • Programma
  • Biografia artista
  • Attendance
  • Meteo
  • Commenti

I dati meteorologici non sono attualmente disponibili per questa località

Bollettino meteorologico

Oggi stec_replace_today_date

stec_replace_today_icon_div

stec_replace_current_summary_text

stec_replace_current_temp °stec_replace_current_temp_units

Vento stec_replace_current_wind stec_replace_current_wind_units stec_replace_current_wind_direction

Umidità stec_replace_current_humidity %

Percepita stec_replace_current_feels_like °stec_replace_current_temp_units

Meteo

Data

Meteo

Temp

stec_replace_5days

Prossime 24 Ore

Powered by openweathermap.org