etnalife

Sole e neve: boom di presenze sull’Etna

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
Monte Conca - © pietronicosia.it

Monte Conca – © pietronicosia.it

Weekend perfetto, per sciatori e appassionati, quello appena trascorso sul vulcano. Con l’innevamento attuale la stagione invernale potrebbe allungarsi sino a Pasqua

Dopo tanta pioggia e neve, e bel tempo solo a sprazzi, nel weekend che ha segnato il passaggio del testimone fra febbraio e marzo, sull’Etna  si è rivisto il sole. E che sole. La tiepida domenica appena trascorsa ha attratto nei diversi versanti del vulcano migliaia di appassionati di sport invernali, ma anche famiglie e comitive di amici intenzionati a trascorrere una lunga domenica sulla neve. Disputate anche le gare di sci previste dal calendario regionale. Impianti e piste da discesa a pieno regime al Rifugio Sapienza e a Piano Provenzana, ottimo terreno per lo sci da fondo nelle piste Piano Vetore e San Giovanni Gualberto (versante sud) e “Poiana” (in quello nord). Condizioni straordinarie per le ciaspole e lo scialpinismo, con gli appassionati che hanno potuto, finalmente, immergersi senza dover spiare continuamente il tempo nell’atmosfera dei boschi e delle vette. Straordinari i paesaggi aperti nelle traversate in quota, grazie ad una visibilità a perdita d’occhio.

Appassionati presenti non solo nei due tradizionali poli invernali, ma nell’intero periplo: Mareneve, Citelli, Monti Sartorius, Monte Baracca, Piano del Vescovo, Salto del Cane, Milia, Altomontana, Piano Mirio a Biancavilla, Monte Intraleo ad Adrano, Piano delle Ginestre a Bronte, Monte Maletto, Case Pirao a Randazzo. Ciaspolatori in azione anche nel versante nord-ovest grazie all’escursione di “Parco d’inverno”, nell’ambito del programma del Parco dell’Etna. A Piano Provenzana gli impianti hanno accolto i discesisti, sia sabato sia domenica,  sin dal primo mattino per un’attività senza sosta. L’abbondante innevamento – due metri in alcuni punti – lascia intravvedere una lunga stagione, addirittura sino a Pasqua. Non dissimile la situazione al Rifugio Sapienza, anch’esso “tutto esaurito” con ottime prospettive per sciare a lungo nel prosieguo della stagione.

(2 marzo 2015)

Tagged with:

Archivi