etnalife

I trent’anni del Parco dell’Etna: weekend fitto di eventi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Oggi il compleanno della più importante riserva siciliana: taglio della torta per l’attuale presidente Marisa Mazzaglia ed i predecessori

Calendario ricco di iniziative per grandi e bambini quello organizzato dall’Ente Parco dell’Etna per festeggiare il suo trentesimo compleanno. Il 17 marzo del 1987, infatti, il compianto Presidente della Regione Siciliana, Rino Nicolosi, firmava il decreto che istituiva il parco. A tre decenni da quell’importante atto, l’ente ha promosso un programma fitto di eventi. Questa mattina nella sede istituzionale dell’ente, l’antico Monastero benedettino di San Nicola l’Arena, il presidente Marisa Mazzaglia insieme ai presidenti ed ai commissari del passato ha simbolicamente tagliato la torta dei 30 anni.
Dopo il saluto della presidente e del direttore Tiziana Lucchesi e la presentazione del bellissimo catalogo multimediale del Parco realizzato da Elisa Bonacini e Gianfranco Guccione, sono intervenuti alcuni personaggi fondamentali della storia dell’ente: Tano Asero per il comitato di proposta; gli ex presidenti Filippo Urzì e Cettino Bellia; l’onorevole Giovanni Burtone, che dette una spinta molto significativa alla fase iniziale del sistema delle aree protette siciliane; gli ex commissari straordinari Salvatore Giarratana, Eugenio Cottone, Giuseppe Calaciura; il professore Agatino Cariola a ricordare la importantissima figura di Luigi Arcidiacono, ex presidente del Comitato Tecnico Scientifico; l’ultima presidente del Comitato Marisa Vinciguerra, sul palco insieme a numerosi ex componenti dell’organismo cancellato dall’Assemblea Regionale, tra cui la professoressa Emilia Poli Marchese, che ha letto la prima proposta di istituzione del Parco.

Con testimonianze appassionate e intense, a tratti commosse, hanno tratteggiato pagine fondamentali della storia dell’ente.
Sono stati gli splendidi ragazzi di “Storie sotto il Vulcano”, introdotti da Giuseppe e Monica Maimone, a chiudere la cerimonia con la intensa, emozionante ecitazione dello splendido testo di Giuseppe Riggio “L’Etna che vorrei”.
Gremita la sala, con gli amministratori e i dipendenti del Parco, esponenti politici nazionali (Giuseppe Berretta) e regionali (Gianfranco Vullo), rappresentanti di associazioni, semplici appassionati dell’Etna e del Parco, tutta “la grande famiglia del Parco”, come l’ha definita la presidente Mazzaglia. L’Ente ha voluto ricordare questa giornata con una medaglia ricordo per gli storici ex del Parco e per gli ex dipendenti.
Dopo le prime due giornate, domani il programma prevede diversi momenti. Intanto l’escursione al primo Sentiero Natura del Parco dell’Etna, Monte Nero degli Zappini a cura delle guide alpine dell’Ente Parco. altre attività a Bronte e randazzo.

Giornata clou quella di domenica. Alle 9:30 il benvenuto ai visitatori, dinanzi l’ingresso del Parco e trekking lungo sentiero del Germoplasma” e visita area museale. alle Ore 10:30 la presentazione dei libri a cura del giornalista Gaetano Perricone: “Il Cuore dell’Etna” di Pannucci- Mirabella- Caffo; “Etna patrimonio dell’umanità” Manuale raccontato di vulcanologia e itinerari” di Caffo-Mangiameli, illustrazioni di La Spina.
Alle 12.00 il Photo Contest – Presentazione e premiazione del concorso fotografico indetto dal CEPES dal titolo “Obiettivo Etna” con proiezione di un breve filmato.
“Tra Storia e Cultura” – Visite guidate presso la sede dell’ente Parco a cura delle guide escursionistiche ’Associazione “Etna e Dintorni– FIE”.

VAI AL PROGRAMMA COMPLETO

Archivi