etnalife

Grande successo per il Premio letterario “Brancati” 2017

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

I premiati della 48^ edizione del Premio letterario “Brancati” – Zafferana con il sindaco Alfio Vincenzo Russo e il direttore artistico Raffaele Mangano

Il Premio letterario “Brancati” ha rivissuto tutto il suo fascino, destando elevata partecipazione, anche in occasione della sua 48^ edizione andata in scena ieri sera con l’attesa cerimonia di premiazione. L’evento si colloca più che mai nel consolidato programma, predisposto dall’Amministrazione guidata dal sindaco Alfio Vincenzo Russo, mirato alla promozione del territorio in tutti i periodi dell’anno. I saloni dell’Experia Palace Hotel di Zafferana Etnea hanno ospitato l’atto conclusivo dell’attesissimo evento culturale di cui è stato brillante direttore artistico lo scrittore e giornalista Raffaele Mangano. Di rilievo e stretta attualità il convegno che ha preceduto la premiazione incentrato sul tema “Chi ha paura delle donne?” con i prestigiosi interventi di Cristiana Merli (Presidente dell’Associazione “Donne al centro”), Domitilla Shaula Di Pietro (scrittrice) e Graziella Priulla (docente universitaria e saggista). Particolarmente apprezzate, inoltre, la proiezione del cortometraggio “Il Principe Azzurro” di Vladimir Di Prima e le applauditissime esibizioni dell’Orchestra a Plettro Città di Taormina. Poi si è passati alla premiazione dei libri scelti, al termine di un’accurata selezione, nelle varie sezioni e dei quali i presenti hanno potuto apprezzare significativi stralci letti da Jacopo Cavallaro.

Nella sezione narrativa è stato insignito del Premio letterario “Brancati”, Mauro Covacich autore de “La città interiore” (ed. La Nave di Teseo); nella saggistica il riconoscimento è andato a Pietro Bartolo e Lidia Tilotta autori di “”Lacrime di sale” (ed. Mondadori), un libro in cui il medico di Lampedusa -già protagonista di Fuocoammare– ha raccontato la sua esperienza nel fronteggiare l’emergenza sbarchi. Per la sezione poesia è stata premiata Maria Attanasio con “Blu della Cancellazione” (ed. La Vita Felice) mentre nella sezione giovani si è registrato un plebiscito di consensi per Giulia Caminito con “La grande A” (ed. Giunti).

Particolarmente soddisfatto per la riuscita dell’evento il sindaco di Zafferana Etnea, Alfio Vincenzo Russo che ha sottolineato la grande valenza della manifestazione che, ormai da tempo, si è consolidata nel panorama culturale italiano e non solo. Nel suo intervento, il primo cittadino ha anche ribadito piena solidarietà alla dottoressa, originaria di Zafferana, recentemente vittima di un gravissimo episodio di violenza mentre espletava la sua professione di medico all’interno della guardia medica di Trecastagni.

Archivi