Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
News

Etna, la Giornata della Terra degli studenti con “Storie Sotto il Vulcano”

In littorina per conoscere il territorio etneo con la Giuseppe Maimone Editore. Sul trenino le scuole di tanti comuni della provincia di Catania

Il paesaggio – come ripete spesso Salvatore Settis – è il grande malato d’Italia. Il cemento ha invaso ogni spazio libero. Ma, viaggiando in littorina intorno all’Etna, è ancora possibile ammirare un territorio in larga misura ancora integro, in cui la millenaria presenza umana ha saputo dialogare con la natura. Spetta agli adulti tutelare e rivalutare la peculiarità di questi luoghi, trasmettendo ai giovani la coscienza del posto in cui vivono.
Partendo da questo assunto la Giuseppe Maimone Editore ha organizzato ieri, in occasione della Giornata della Terra, una escursione in littorina, per gli studenti che aderiscono al concorso “Storie Sotto il Vulcano. I ragazzi raccontano”.

Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa nasce sotto l’egida del Commissario straordinario della Città metropolitana di Catania, Maria Costanza Lentini, e di molti altri Enti locali, istituzioni, scuole, fondazioni, associazioni, sponsor: troppo lungo enumerarli tutti; basti qui dire che la pluralità di contributi ha creato una alleanza di forze e potenzialità costituenti l’antiporta dello sviluppo morale ed economico del nostro territorio.
Il Parco dell’Etna, già dalla prima edizione patrocinatore e partner di questa bellissima iniziativa di educazione all’ambiente e alla cultura nell’area protetta, era rappresentato dal vulcanologo Salvo Caffo e da Grazia Ollà, del settore della fruizione e dell’educazione ambientale.

Come l’anno scorso il trenino ha fatto tappa nei principali centri pedemontani. Quest’anno si sono aggiunte fermate a Misterbianco, Piano Tavola/Belpasso, Paternò, Santa Maria di Licodia. All’insegna della musica e dell’allegria, ad ogni stazione il benvenuto è stato dato dalla banda e dai cori dei vari istituti scolastici. Sempre presenti i sindaci o i loro delegati. Immancabili le grida e gli evviva all’arrivo e alla partenza del trenino. A bordo quasi 200 passeggeri che, suddivisi in tre vagoni, hanno diffuso l’amore per la lettura in quasi coincidenza con la “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”.

Paolo Sessa, ha intrattenuto i viaggiatori con brani tratti dalla Divina Commedia. I giovani hanno trascritto in post-it le frasi dei personaggi letterari preferiti ed hanno ricevuto in dono libri e riviste della casa editrice Maimone: in particolare guide dell’Etna e i numeri delle storiche riviste “Etna Territorio” ed “Eolo. Quaderno Verde della Natura Siciliana” (pubblicazione quest’ultima adatta ai ragazzi di scuola media).
Il successo dell’iniziativa si leggeva nei volti soddisfatti dei giovani, rientrati a Catania a fine escursione con la maglietta rossa di Storie sotto il Vulcano per ricordo. L’anno prossimo tutti a bordo di “Vulcano”, il treno che non sferraglia, e lo stridore sui binari sarà solo un ricordo.

Ti potrebbero interessare