etnalife

Con due romanzi, anche l’Etna al Premio “Itas” del libro di montagna

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Si tratta dei libri “Come la terra” di Sergio Mangiameli ed “Etna patrimonio dell’umanità di Salvo Caffo e Sergio Mangiameli

Ci sarà pure un pezzo di Etna, anzi due, al 43° “Premio ITAS del Libro di Montagna”, che, a cadenza biennale, si svolge a Trento e che per questa edizione valuta i libri editi dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2016. Il termine di ammissione delle opere in gara è scaduto ieri, 31 gennaio.
Faranno parte del premio letterario promosso dalla Mutua Assicuratrice dal 1971 e, in seguito allargato anche ai giovani con il premio Montagnav[v]entura, due libri che parlano del vulcano siciliano: Come la terra;di Sergio Mangiameli – Villaggio Maori Edizioni; Etna patrimonio dell’umanità – Manuale raccontato di vulcanologia e itinerari di Salvo Caffo e Sergio Mangiameli, illustrazioni di Riccardo La Spina – Giuseppe Maimone Editore.
Il premio “Premio ITAS del Libro di Montagna” è stato presieduto per lungo tempo da Mario Rigoni Stern, e vinto da alpinisti e scrittori del calibro di Reinhold Messner, Jon Krakauer, Erri De Luca.

Tre le sezioni: Premio “Aquila ITAS” per la miglior opera narrativa sul tema della montagna; Premio “Aquila ITAS” per la miglior opera non narrativa (saggi, manuali, guide…) sull’alpinismo, la storia della montagna, i viaggi, la cultura e lo sviluppo, l’avventura, e in generale sulla montagna come vita; Premio “Aquila ITAS” per il miglior libro di narrativa per ragazzi in cui la montagna svolga un ruolo significativo A ciascuno dei vincitori verrà corrisposto un premio di cinquemila euro. La giuria ha facoltà di segnalare altre opere oltre a quelle vincitrici.
Il premio verrà consegnato a Trento nell’ambito della settimana cinematografica del 64° Trento Film Festival Montagna-Esplorazione-Avventura.

Archivi